logo visiv comunicazione

Tipologie di Spedizione

L’incubo dei moduli di e-commerce

Chiunque voglia intraprendere un approccio serio professionale alla vendita online si sarà sicuramente dovuto scontrare con la gestione delle tipologie di spedizione.
E’ un argomento delicato, spesso sottovalutato, sia dalle web agencies che dagli stessi clienti.

Il nostro nuovo modulo per il commercio elettronico, disponibile dalla versione 2.7 in poi, include la gestione delle tipologie di spedizione. Nell’analizzare la funzionalità (una delle più articolate del nostro modulo e-commerce), abbiamo toccato con mano la complessita del lavoro e la moltitudine di variabili in gioco.

Inoltre, nel nostro caso, l’indice di difficoltà era doppio in quanto, non solo avremmo dovuto sviluppare un sistema che fosse completo, ma che fosse anche funzionale e soprattutto semplice da utilizzare. Il tutto per restare in linea con la logica che conivelge il "core" del progetto Meteora, ossia un CMS realizzato per creare contenuti in maniera facile e veloce anche nel caso in cui si trattasse di creazione di un catalogo prodotti per la vendita online.

Prima di partire con lo sviluppo, abbiamo pensato che astrarre il concetto di gestire le tipologie di spedizione fosse la soluzione più giusta.
In primis per rendere molto scalabile la funzionalità e in secondo luogo per poter dare massima flessibilità alle diverse tipologie di prodotti che avrebbero caratterizzato i negozi elettronici.
Come funziona?
Si parte da una base.
Il concetto è semplice e si basa su alcune considerazioni: se si è deciso di aprire un negozio per la vendita di prodotti online si ha sicuramente molto chiaro il paese in cui ha sede il business e il mercato a cui ci si dovrà rivolgere: locale, nazionale, internazionale.

Per questo, avendo preventivamente stretto gli accordi e i costi con gli spedizionieri, si avrà capacità di definire un prezzo di spedizione base per il paese di riferimento (ossia lo stesso in cui opera il business). Tale valore, espresso in euro, sarà il punto di partenza per la definizione di tutti i successivi calcoli.

A questo punto chi gestirà l’e-commerce potrà generare, in completa autonomia, un vero e proprio algoritmo che effettua dei calcoli in base a tutte le variabili che influiscono sulla determinazione di un prezzo di spedizione. Dalle nostre analisi è risultato che la variabile principale nella determinazione di un prezzo di spedizione fosse la zona. In secondo luogo il peso, poi il volume e in ultima istanza il valore totale dell’ordine.

Somma, Detrai e Azzera
Sono queste tre le azioni che gestiscono i calcoli effettuati dall’algoritmo.
Partendo dalla prima variabile, la zona, si potrà decidere di maggiorare il prezzo di spedizione base associando un valore in euro per ognuna delle 10 zone del mondo predefinite a sistema. Sono le 10 zone che la maggior parte dei corrieri mondiali utilizzano per determinare le maggiorazioni di prezzo per le spedizioni internazionali.

La seconda variabile è il costo totale dell’ordine. E’ possibile definire fino a 3 range di prezzo e per ognuno di essi associare un’azione. Ad esempio per gli ordini da 100,00 euro in sù è possibile definire l’azione Azzera. In questo modo il costo di spedizione di un ordine maggiore di euro 100,00 sarebbe gratuito.

La terza e la quarta variabile identificano volume e peso. Per ognuna di esse è possibile definire fino a 5 range e per ognuno di essi associare un’azione che somma o detrae un valore in euro oppure azzera il prezzo di spedizione.

E’ possibile scegliere le variabili a piacimento per generare l’algoritmo di spedizione più adatto alle esigenze del proprio e-commerce. E’ possibie generare tanti algoritmi e quindi sceglierne uno tra questi da rendere attivo online per effettuare i calcoli in fase di check-out.

NB: l’azione Azzera, se utilizzata, vale su tutte le azioni di qualsiasi variabile.