logo visiv comunicazione

Meteora 2.5

Migliorate le Performance e il motore SEO

Il nostro CMS si aggiorna alla versione 2.5.
Un aggiornamento che incide perlopiù nel motore del Front-End, gestito totalmente mediante Zend-Framework. Implementazioni che corazzano e rendono più efficiente tutta la parte legata ai contenuti pubblici.
Notevoli passi avanti anche in ambito SEO (search engine optimization) con l'ottimizzazione del motore di URL Rewriting già utilizzato nella versione 2.0.
Vediamo nel dettaglio cosa è stato migliorato:

Struttura del Front-End:
La struttura è stata completamente rivista in un ottica di “contribution” per rendere possibile a qualsiasi sviluppatore di poter lavorare alla creazione delle grafiche del FE (HTML e CSS). Sono infatti ben distinte le View dalla logica funzionale dell'applicativo. Ora chi sviluppa può accedere a delle variabili "parlanti" che identificano univocamente l'entità a cui fanno riferimento.

(es. $this->article rappresenta l'articolo corrente selezionato, $this->category per quanto riguarda la categoria, $this->categories rappresenta le sottocategorie appartenenti alla categoria selezionata, mentre invece $this->relatedItems solo gli elementi correlati)

Performance: Zend Cache

In questa nuova versione è stata sfruttata la potenza del componente Zend_Cache che permette di ridurre in modo significativo le richieste al DB. Ma come funziona questo Zend_Cache? Come dice appunto il suo nome è un componente che si occupa di salvare i risultati delle query sollevando il DBMS dall'esecuzione delle stesse.

A livello utente finale questo si traduce in una visualizzazione nettamente più veloce dei contenuti della pagina, anche se di numero notevole (articoli o categorie composti da tanti elementi). Lato back-end però si ha un delay sulla effettiva pubblicazione del contenuto definito in 5 minuti. I contenuti pubblicati infatti vengono resi disponibili 5 minuti dopo il loro inserimento. Un gap di poco conto che per chi gestisce i contenuti e vuole avere un riscontro immediato della pubblicazione, può essere superato con una rimozione della cache.

Un compromesso assolutamente accettabile se si valutano i miglioramenti legati alle performance di visualizzazoine dei contenuti per gli utenti.